Concorso Inps 2018, prima prova 27 e 28 febbraio: a Roma (sotto la neve) in 22mila

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 febbraio 2018 19:30 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2018 19:30
Concorso Inps, prima prova

Concorso Inps, prima prova il 27 e 28 febbraio: come funziona

ROMA – Le scuole martedì 27 febbraio saranno chiuse per maltempo ma non ci sarà nessun rinvio per le prime prove per il concorso bandito dall’Inps per analista di processo: domani e dopodomani, nonostante la neve che è caduta oggi sulla Capitale e il rischio di gelate, oltre 22.000 candidati raggiungeranno da tutta Italia la nuova Fiera di Roma per le prove psico-attitudinali per cercare di rientrare tra i primi 365 e guadagnarsi il “posto fisso”. Questo è il primo dei concorsi banditi dall’Inps che dovrebbe nel complesso assumere 1.100 giovani laureati.

I requisiti richiesti dall’Inps per la prima ricerca di personale dopo 10 anni di blocco del turn over sono la laurea magistrale in economia, ingegneria gestionale o legge oltre al certificato B2 di inglese (corrisponde al First certificate).

La prova di domani e dopodomani (quattro sessioni per circa 5.500 persone a sessione) sarà psico-attitudinale. Il primo appuntamento è previsto alle 8.30 mentre quello per la sessione del pomeriggio è fissato alle 14.30. Il test sarà composto di 60 domande a risposta multipla (di informatica, logica, inglese e cultura generale) con 60 minuti di tempo per rispondere.

La correzione degli elaborati sarà fatta al termine di ciascuna sessione alla presenza di alcuni candidati e in diretta streaming.

I candidati sono stati convocati direttamente attraverso comunicazione sulla Gazzetta Ufficiale (possono presentarsi tutti coloro che non hanno ricevuto avviso di esclusione) che ha chiarito date e orari a seconda delle iniziali dei cognomi dei candidati. Non è consentita l’entrata nella Fiera agli eventuali accompagnatori dei candidati ad esclusione di coloro con disabilità documentata, delle donne in stato di gravidanza e di quelle con allattamento. Non sarà comunque consentito l’accesso alla sala delle prove al bambino e all’eventuale accompagnatore ma sarà allestito uno spazio nursery per l’attesa della mamma.

Divieto assoluto, pena l’esclusione dal concorso, per smartphone, tablet, smartwatch, telefoni e calcolatrici ma anche per la semplice carta. Bisognerà portare con sé solo una penna biro blu o nera oltre a una grande preparazione dato che supererà il concorso solo un candidato ogni 61 circa. L’avviso sulla seconda prova scritta sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 marzo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other