Ecoincentivi auto 2014. I dubbi: solo per 13mila veicoli, finiranno subito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2014 14:26 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2014 14:26
Ecoincentivi auto 2014. I dubbi: solo per 13mila veicoli, finiranno subito

Foto Lapresse

ROMA – Gli ecoincentivi per le auto, edizione 2014, suscitano già alcune polemiche: sono accessibili a sole 13mila auto, probabilmente finiranno subito.

Giorgio Ursicino sul Messaggero riferisce dell’allarme lanciato dall’Unrae (Associazione dei costruttori esteri).

Secondo Ursicino un parametro molto limitante è quello della tipologia di auto inclusa tra quelle che possono ottenere il bonus:

Fra le vetture incentivate, inoltre, saranno poche centinaia quelle veramente a emissioni zero poiché nel mese appena concluso sono state consegnate in Italia solo 47 vetture elettriche, una cifra insignificante e pure in calo (-16,1%) visto che ad aprile del 2013 furono 56 (numeri che fanno sorridere e che nella piccola Norvegia si raggiungono in un giorno).

Sempre Ursicino scrive che poi a essere penalizzati sarebbero soprattutto i privati:

Innanzi tutto, in una fase dove il mercato dei privati (le famiglie) è in particolare difficoltà (meno del 60% delle vendite totali anche ad aprile), metà della cifra disponibile (i 31,3 milioni di quest’anno più gli altrettanti avanzati lo scorso anno per un totale di 63,4 milioni) sono riservate alle aziende che, per giunta, devono avere un veicolo dello stesso tipo (auto, commerciali, moto) da rottamare. Una “fascia” a quanto pare inesistente visto che lo scorso anno è rimasta ampiamente inutilizzata.

Infine c’è il timore che i soldi a disposizione dei privati possano esaurirsi quanto prima:

Al contrario la parte di incentivi a cui possono accedere anche i privati (l’altra metà, non soggetta ai rottamazione, ma con emissioni inferiori ai 95 gr/km di CO2 e non 120) nel 2013 pare sia terminata in appena 40 minuti.