Financial Times: “L’Italia con Renzi uscirà dall’euro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2015 8:52 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2015 8:52
Financial Times: "L'Italia con Renzi uscirà dall'euro"

Matteo Renzi (LaPresse)

ROMA – “Uno tsunami finanziario sta per travolgere l’Italia e il governo Renzi non è attrezzato per reggere l’onda devastante della nuova crisi. Per questo, l’Italia è destinata a uscire dall’euro, con tutto quello che ne consegue”. Ne è sicuro l’economista tedesco Wolfgang Munchau, che nel suo editoriale sul Financial Times colpisce durissimo Palazzo Chigi.

All’ottimismo a tratti insensato di Renzi e dei suoi uomini (nel mirino c’è soprattutto Yoram Gutgeld, convinto che l’Italia sarà immune al contesto internazionale), Munchau oppone alcuni numeri assai preoccupanti: la crescita del terzo trimestre inferiore alle attese, secondo l’economista, dimostra che la crisi di Cina e paesi emergenti ha già iniziato a far sentire i suoi gravissimi effetti.

“Se l’Italia non esce con forza dalla recessione, è difficile capire come possa rimanere nell’Eurozona – scrive Munchau -. A un certo punto potrebbe essere un indiscusso interesse del Paese uscire dalla moneta unica e svalutare”.

Sono tre i motivi che spingono l’economista tedesco a formulare la previsione: i dati sul Pil, innanzitutto, poi “la mancata ristrutturazione del sistema bancario” con “i crediti deteriorati ormai il 10% del totale” e “molti istituti piccoli o medi di fatto insolventi” e la prospettiva di uno scarsissimo sostegno alla crescita da parte delle stesse banche. Terzo punto, “le scelte di politica fiscale di Renzi”, a cominciare dall’abolizione della tassa sulla prima casa:

“Magari porterà voti, ma non cambierà certo l’economia, lo abbiamo già visto. Il pericolo di questa strategia è che può andare orribilmente male se lo choc esterno è abbastanza forte e il settore bancario abbastanza debole”.

L’ipotesi più probabile è che con la crisi, il rapporto deficit-Pil senza più margini di flessibilità schizzi fino al 3,4 o 4,4 per cento. Risultato: Renzi cadrà proprio come accaduto a Silvio Berlusconi,

“magari arriverà un nuovo governo tecnico non eletto. L’Italia potrebbe non scegliere mai di lasciare l’Eurozona per ragioni politiche, ma se i calcoli di Renzi si dimostrano sbagliati, si troverà al punto in cui sarebbe razionale uscire per ragioni economiche”.