PostePay, in Italia un acquisto su quattro online è con la carta prepagata di Poste

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 maggio 2018 17:15 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2018 17:15
PostePay, in Italia un acquisto su quattro online è con la carta prepagata di Poste

PostePay, in Italia un acquisto su quattro online è con la carta prepagata di Poste

ROMA – In Italia un acquisto su quattro online è con PostePay. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E’ quanto emerso al Netcomm Forum, la due giorni milanese dedicata agli acquisti online e alla trasformazione digitale delle aziende.

Nel settore dei pagamenti digitali Poste Italiane è al primo posto con una quota di mercato del 25% nelle transazioni e-commerce e con oltre due milioni di e-wallet (portafogli elettronici) abilitati. Per facilitare e incrementare le transazioni, già in crescita del 20% anno su anno, Poste Italiane lancia adesso il servizio “Paga con Postepay” per l’accettazione dei pagamenti digitali da parte degli operatori di e-commerce.

La soluzione, già disponibile su alcuni siti o app di servizi e ticketing, consente ai portali dei venditori di accettare pagamenti con carte Postepay in modo veloce e sicuro anche in mobilità. Nella fase dell’acquisto, sul sito o sull’app del venditore che aderisce al servizio apparirà tra le varie opzioni anche il ‘bottone’ ‘Paga con Postepay’: cliccandolo si aprirà direttamente la app di Postepay per la conferma del pagamento, che avverrà senza inserire ogni volta i dati della propria carta.

La validazione avverrà attraverso l’inserimento di un codice identificativo e, a breve, anche usando l’impronta digitale. In Italia sono circa 18 milioni le Postepay attive e 7 milioni le app scaricate dai loro possessori. Sul fronte della logistica, tra le novità presentate al Netcomm Forum da Poste Italiane c’è anche “ScegliTu”, un servizio che permette di gestire e modificare le spedizioni dei pacchi dopo l’acquisto, offrendo la possibilità di consegnare ad un indirizzo diverso, indicare una persona di fiducia a cui recapitare il pacco o cambiare il giorno di consegna.