Spread Btp-Bund in calo: chiude a 397,9 punti base. Borse volatili

Pubblicato il 10 Maggio 2012 19:00 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2012 19:02

ROMA – Lo spread Btp-Bund chiude sotto i 400 punti base a 397,9 con il rendimento del decennale italiano al 5,52%. In ribasso rispetto alla chiusura di mercoledì quando era salito fino a quota 408 punti. All’avvio, giovedì mattina, segnava 406 punti base, in una giornata in cui il trading range era compreso tra i 400 e i 414 punti. Ad arginare il miglioramento, la crescita dei tassi dei titoli tedeschi tornati all’1,55% dopo essere brevemente scesi al minimo storico, per la prima volta sotto l’1,50%.

La seduta in Borsa è stata nervosa e volatile ma comunque in recupero dei mercati in Europa. A Piazza Affari il Ftse-Mib ha siglato gli scambi con un più 1,69 per cento, laddove in mattinata era tornato a subire ribassi e una dinamica altalenante simile ha coinvolto anche i titoli di Stato. Sui Btp infatti il quadro è migliorato nella seconda parte della seduta, dopo aumenti dei rendimenti registrati in mattinata, e sulla scadenza decennale il differenziale dei tassi rispetto ai Bund della Germania, il famigerato “spread” è tornato leggermente al di sotto della soglia allarmistica dei 400 punti base.

La Bce ha rilanciato previsioni fosche sul mercato del lavoro dell’area euro, su cui si aspetta ulteriori peggioramenti nei mesi a venire, ma al tempo stesso ha anche confermato nel l’attesa di un avvio di ripresa economica nel corso dell’anno. Il tutto in un quadro di prospettive che resta dominato dall’incertezza, ha avvertito l’istituzione di Francoforte nel suo ultimo bollettino mensile.

L’Ocse parla di una ripresa che torna a guadagnare slancio in basi ai risultati del suo superindice previsionale di marzo, anche se con dinamiche divergenti tra paesi in cui l’Italia si conferma maglia nera accusando il calo più netto. Intanto dagli stati uniti i dati settimanali sui sussidi di disoccupazione hanno segnato un an uova attenuazione delle richieste. Nel pomeriggio l’euro risale leggermente a 1,2953 dollari, restando al di sotto di quota 1,30.

Il differenziale tra i decennali spagnoli e tedeschi termina a 445 punti e il rendimento dei Bonos è al 5,99%.