Code4Future: l’impegno di Eni per la digital transformation

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2019 16:15 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2019 16:15
Code4Future: l’impegno di Eni per la digital transformation

Il logo di Eni (Foto archivio Ansa)

ROMA – Con un approfondimento dedicato alla salute del futuro, a come l’Intelligenza Artificiale e i Big Data aiuteranno i medici ad essere più efficaci e i pazienti ad avere un’aspettativa di vita migliore, e al rapporto tra PMI italiane e digitalizzazione, si è aperto questa mattina al Talent Garden Ostiense di Roma Code4Future.

L’iniziativa, promossa da Eni e HTML.it, ha l’obiettivo di contribuire alla diffusione della cultura dell’Open Innovation con incontri e workshop. Prevista anche la possibilità di formazione in 4 aree di business: Customer Experience, Big Data & Analytics, Collaboration & Digital Workplace, Cyber Security & Data Cloud System.

La partecipazione a questo importante appuntamento conferma l’impegno di Eni nella trasformazione digitale. Eni – già da anni impegnata in un percorso di digitalizzazione – negli ultimi tre anni ha accelerato tale processo grazie all’implementazione di soluzioni innovative. Lo ha fatto molto prima che nell’industria si cominciasse a parlarne ed è riuscita nel tempo a trasformare la necessità di elaborare grandi quantità di dati in un forte vantaggio competitivo.

La trasformazione digitale di Eni è un processo di business e si articola su una strategia fondata su tre capisaldi corrispondenti alle aree su cui l’azienda vuole focalizzare il suo sforzo digitale sono la sicurezza delle persone, la sicurezza degli impianti quindi l’asset integrity, l’efficienza operativa a 360 gradi, sul lato industriale, commerciale e anche sui processi interni. E infine il digitale come supporto alla decarbonizzazione e alla transizione energetica.

Nella sua trasformazione digitale Eni usa tutte le principali tecnologie che sono disponibili oggi sul mercato, prima di tutto l’intelligenza artificiale, il machine learning e il deep learning. Usa la blockchain anche al di fuori di quella che è la sua configurazione iniziale, per la gestione dei processi interni. Il cane a sei zampe usa l’internet delle cose, la realtà virtuale e aumentata.

Tutte queste tecnologie possono esprimere realmente il loro potenziale se al centro mettono la persona, valorizzandone le competenze e stimolandone la crescita. La trasformazione digitale ha l’obiettivo di rendere Eni ancora più integrata nei suoi processi, sempre più capace di unire le competenze digitali emergenti con le competenze tecniche tradizionali, aperta all’innovazione, più veloce nei propri processi operativi e di lavoro e sempre più attraente nei confronti dei giovani talenti.

Fonte: Eni