Le Iene trattenute in ambasciata. Fnsi: “Governo faccia chiarezza”

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Dicembre 2019 17:51 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2019 18:30
Le Iene trattenute in ambasciata. Fnsi: "Governo faccia chiarezza"

Filippo Roma e Fabrizio Arioli trattenuti nell’ambasciata ivoriana (Foto Le Iene)

ROMA – “Il governo faccia chiarezza” sulla troupe delle Iene trattenuta per ore all’interno dell’ambasciata della Costa d’Avorio, in via Guglielmo Saliceto a Roma. A chiederlo è la Federazione Nazionale della Stampa (Fnsi). 

L’inviato Filippo Roma e l’operatore Fabrizio Arioli si erano recati alla sede diplomatica per un’inchiesta sul presunto mancato pagamento della tassa sui rifiuti. Ma la sicurezza dell’ambasciata li ha trattenuti all’interno, dopo aver sottratto loro telecamera, schede e microfoni. 

Grazie all’intervento dei Carabinieri, si legge sul sito web delle Iene, i due inviati dopo oltre due ore sono stati liberati e sono stati portati in caserma per raccontare quanto successo.

“Una vicenda intollerabile sulla quale chiediamo al governo di fare chiarezza con urgenza”, commentano Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi. “Alla troupe e alla redazione delle Iene – aggiungono – la solidarietà e la vicinanza del sindacato dei giornalisti”.

Fonte: Fnsi