Stefano Livadiotti è morto, il giornalista de L’Espresso aveva 59 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 dicembre 2018 20:25 | Ultimo aggiornamento: 23 dicembre 2018 20:25
Stefano Livadiotti

Stefano Livadiotti è morto, il giornalista de L’Espresso aveva 59 anni

ROMA – Addio A Stefano Livadiotti. Il sito de L’Espresso dà notizia della sua morte con un editoriale firmato da Marco Damilano, Lirio Abbate e Alessandro Gilioli.

”Non aveva mai paura di scrivere quello che pensava o che scopriva, non aveva paura dei potenti e – alla fine – non aveva avuto paura nemmeno della malattia. Era così: sfrontato, indomito, senza inchini, né timidezze, né prudenze. Indifferente alle conseguenze che poteva avere su di lui quello che aveva scoperto e scritto, perché scoprire e scrivere dava il senso alla sua vita più di qualsiasi encomio o vantaggio personale. Un giornalista verticale, un uomo verticale”, scrivono nella pagina web del settimanale a cui Livadiotti aveva dedicato la sua vita.

Nato a Roma il 26 dicembre 1958 avrebbe compiuto 60 anni tra appena tre giorni. A L’Espresso lavorava dagli anni Ottanta, e nel tempo aveva scritto moltissime inchieste e molti volumi come ”L’altra casta. L’inchiesta sul sindacato” (Bompiani, 2008); ”Magistrati. L’ultracasta” (Bompiani, 2009); ”I senza Dio. L’inchiesta sul Vaticano” (Bompiani, 2011).