Sanremo 2015, le pagelle delle canzoni: Grignani 4.5, Malika Ayane 8.5

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2015 12:24 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2015 12:27

ROMA – Cantante per cantante, big per big, Mario Luzzatto Fegiz sul Corriere della Sera ha stilato le pagelle delle canzoni ascoltate in anteprima del Festival di Sanremo 2015. Sette a “Una finestra fra le stelle” di Annalisa. “Ritornello efficace – scrive Mario Luzzatto Fegiz – Si riconosce lo stile neroromantico di Kekko dei Modà”. Otto a Marco Masini con la sua “Che giorno è”, una canzone “che diventa travolgente – scrive il critico musicale – quando, in un crescendo orchestrale, canta la riscossa”.

5,5  alla canzone “Straordinario” di Chiara.

Insufficienza (5) anche per “Grande amore” de Il Volo, il trio dei tenori.

Otto e mezzo per Malika Ayane con “Adesso qui (nostalgico presente)”.

Otto per Nek con “Fatti avanti amore” dove il cantante, scrive Luzzato Fegiz, “molla il melodico ed è più vicino al pop-rock e alla musica elettronica”.

Sette e mezzo per Nina Zilli (il brano si chiama “Sola”) e 7 per Alex Britti (“Un attimo importante”) e Biggio e Mandelli (“Vita d’inferno”).

4,5 per i Dear Jack con “Il mondo esplode tranne noi”.

Sei e mezzo invece lo guadagna Moreno con il brano rap “Oggi ti parlo così”.

Stesso voto per Lara Fabian (“Voce”).

Sette per Anna Tatangelo con “Libera”. Quella della Tatangelo è “una canzone d’amore. Ingredienti: pioggia, bacio in apnea”.

Sette e mezzo anche per Irene Grandi (“Un vento senza nome”): “Un brano introspettivo – scrive Mario Luzzatto Fegiz – storia di fuga e assenza, cantata bene in un’atmosfera stralunata e spesso criptica”.

Poi sei insufficienze in serie: 4,5 Gianluca Grignani (“Sogni infranti”), 5,5 Bianca Atzei (“Il solo al mondo”), 4,5 Raf (“Come una favola”), 4 Coruzzi e Di Michele (“Io sono una finestra”) e 4,5 anche per Nesli (“Buona fortuna amore”) e Lorenzo Fragola con “Siamo uguali”.