Gb, Cameron ai suoi deputati: “Votate contro il referendum Ue”

Pubblicato il 23 ottobre 2011 16:20 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2011 16:24

LONDRA, 23 OTT – David Cameron sceglie la mano pesante. Domani, ai Comuni, ai deputati Tory sara' infatti 'ordinato' di votare contro la mozione – scatenata da una petizione popolare – d'indire un referendum sulla partecipazione della Gran Bretagna all'Unione Europea. Una misura estrema che potrebbe venire ignorata da una sessantina di parlamentari conservatori euroscettici.

La linea dura – 'three line whip' nel gergo di Westminster; ovvero tre giri di frusta – e' stata confermata oggi dal neoministro alla Difesa Philip Hammond. ''La mozione – ha tagliato corto Hammond – e' contraria alle politiche del governo''.

Chi disobbedisce sara' quindi costretto a rassegnare le dimissioni – se ha incarichi di governo – o puo' dire addio alla carriera nel caso in cui sia un semplice deputato.

I laburisti hanno ad ogni modo gia' dichiarato che voteranno contro, quindi la mozione e' destinata matematicamente a fallire. Se la partecipazione all'UE e' dunque – per il momento – salva ad essere in pericolo e' l'armonia del partito conservatore nonche' le fortune del premier-segretario David Cameron agli occhi dei duri e puri.