Elezioni, il valzer dei 4 seggi: con la scopa in mano resta Francesca Gambarini di Forza Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 marzo 2018 14:30 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2018 14:30
Elezioni, il valzer dei 4 seggi: con la scopa in mano resta Francesca Gambarini di Forza Italia

Elezioni, il valzer dei 4 seggi: con la scopa in mano resta Francesca Gambarini di Forza Italia

ROMA – Dopo molti colpi di scena, il quadro del nuovo Parlamento dovrebbe essere definitivo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Le corti d’Appello e la Cassazione hanno dato il via libera alla composizione dei seggi di Camera e Senato che si insedieranno venerdì prossimo, 23 marzo.

Il caso da cui tutto è partito è stato il seggio conteso in Calabria tra Forza Italia e Fratelli d’Italia, nello specifico tra Maria Tripodi (FI) e Fausto Orsomarso (FdI). I giudici hanno stabilito che il seggio è della forzista Tripodi a scapito di Orsomarso.

Il seggio perso da Orsomarso provoca un effetto a catena: a Fdi verrà riassegnato un seggio in Veneto e lo scranno andrà a Luca De Carlo, sindaco di Calalzo di Cadore (Belluno), a scapito della Lega, che però recupererà un seggio in Trentino Alto Adige, assegnato alla leghista Stefania Segnana. Quest’ultima a sua volta scalza sempre in Trentino Michaela Biancofiore (FI), che però – grazie alle pluricandidature – rientrerebbe in Emilia Romagna, dove dovrà cederle il passo Francesca Gambarini (FI).

Riconteggio, Gambarini (FI) perde il seggio. Domenica scorsa l’Ufficio elettorale Centrale Nazionale della Corte di Cassazione, a 13 giorni dal voto, aveva finalmente emesso il suo verdetto inserendo l’esponente parmense di Forza Italia Francesca Gambarini fra gli eletti a un seggio alla Camera dei Deputati. Oggi la doccia fredda. L’attuale consigliera comunale di Fidenza è stata esclusa dopo il riconteggio dei voti sul proporzionale a Trento.

La Corte d’Appello della città trentina ha assegnato il seggio a Stefania Segnana della Lega. Un primo riconteggio, meno di una settimana fa, aveva assegnato il posto alla deputata altoatesina di Forza Italia Michaela Biancofiore che così aveva lasciato libero il seggio ottenuto nel collegio parmense per Francesca Gambarini. L’esponente parmense di Forza Italia potrebbe tentare la carta del ricorso in Cassazione. Ipotesi però che, almeno per il momento, sembra non verrà considerata.