Filippo Caracciolo, si dimette candidato Pd Puglia: è indagato per corruzione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2018 10:45 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 10:45
Filippo Caracciolo, si dimette candidato Pd Puglia: è indagato per corruzione

Filippo Caracciolo, si dimette candidato Pd Puglia: è indagato per corruzione

BARI – L’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Filippo Caracciolo, indagato con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta, ha comunicato al governatore Michele Emiliano, la sua decisione di rimettere le deleghe. Caracciolo è candidato del Pd alla Camera in un collegio uninominale. “Tale decisione – informa una nota – è motivata esclusivamente dall’intento di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini”. Emiliano ha assegnato le deleghe di Caracciolo all’assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese.

“Noi continuiamo a essere garantisti” e “siamo fiduciosi che la magistratura faccia il suo corso e che possa accertare l’estraneità di Caracciolo”, aveva detto il segretario del Pd Puglia, Marco Lacarra all’ANSA. “Non credo – evidenzia il segretario Pd Puglia – debba essere coartato in decisioni che competono alla sua persona”. Infine, ribadendo che “siamo garantisti”, Lacarra precisa che “l’avviso di garanzia è a garanzia dell’indagato: non è – conclude – un atto che di per sé implichi alcuna ipotesi di responsabilità“.