Prestigiacomo: “Gelmini e Frattini non sono ‘traditori’. Dopo Berlusconi c’è Marina? Bella novità, ma dopo il voto”

Pubblicato il 15 Novembre 2010 9:20 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 9:27

Stefania Prestigiacomo

Se per Alessandro Sallusti  sono “traditori” coloro che non hanno detto esplicitamente no all’ipotesi di sostituire Berlusconi, per Stefania Prestigiacomo non è così, non ci sono i “topi che scappano” citati dal direttore del Giornale. ”La libertà di espressione vale per tutti. Se uno la pensa diversamente non è un traditore. Gelmini, Fattini e noi della prima ora siamo con Berlusconi nella buona e nella cattiva sorte. Il dibattito va considerato qualcosa di positivo. Certo, in momenti difficili possono spuntare tornacontisti ma non mi pare che stia accadendo”.

In un’intervista al Corriere della Sera, il ministro dell’Ambiente, ha replicato all’ipotesi che stiano aumentando quanti sosterrebbero un governo senza Silvio Berlusconi. ”Ovvio che il premier sia durissimo contro l’ipotesi di un ribaltone, il popolo di centrodestra non potrebbe digerire una modifica del responso elettorale”.

E se ancora il direttore del Giornale al fatto aveva detto che “dopo Silvio c’è solo Marina”, la Prestigiacomo sulla possibile candidatura della figlia del premier ha commentato secca: “So che viene invocata. Potrebbe essere una bellissima novità. Una donna veramente in gamba. Ma dovrebbe sempre avvenire dopo il ricorso al popolo”.

A chi le domanda se siamo a rischio democrazia ha risposto: “Siamo stati con i figli di Segni, Cossiga, La Malfa… Le leadership si conquistano sul campo. Monarchia sarebbe saltare il ricorso alle urne”.