Salvini: Unico governo possibile col M5s…Berlusconi al guinzaglio al Colle

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2018 14:06 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018 14:15
Salvini: Unico governo possibile col M5s...Berlusconi al guinzaglio al Colle

Salvini: Unico governo possibile col M5s…Berlusconi al guinzaglio al Colle

Salvini vuole il governo con Di Maio: “Unico governo possibile è quello del centrodestra insieme con il M5s”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

In un’intervista al Tg1, il leader della Lega Matteo Salvini ha detto: “Chiederò a Berlusconi e Meloni di andare insieme alle consultazioni. L’unico governo possibile è quello del centrodestra insieme con il M5s”.

Anche Toti rilancia l’accordo con il M5S su un “programma minimo”: “È possibile”. Contrario Martina: “Impossibile il confronto fra pentastellati e Partito Democratico”.

Durante la consultazione Berlusconi ha parlato, tanto, Mattarella ha ascoltato, sempre. A parte, dicono i retroscenisti, quando il leader di Forza Italia ha accennato all’Europa. In mezzo una filippica contro i grillini.

«Questi signori hanno solo fame di poltrone – ha detto a Mattarella, che è rimasto impassibile, una statua di sale -. Parlano di programma, ma non abbiamo visto nemmeno un pezzo di carta. Invece quando si è trattato di dividersi le poltrone delle presidenze, delle vicepresidenze, dei questori e dei segretari d’aula delle Camere sono stati velocissimi e famelici. Non parliamo poi di quello che propongono per governare… Ma quale contratto alla tedesca!». (La Stampa)

E forse, nella foga anti-grillina, ha parlato troppo, come si è visto anche nelle dichiarazioni subito dopo il saluto a Mattarella. Salvini gli ha detto a brutto muso che così facendo si è messo da solo fuori dai giochi. Tirare troppo la corda con Di Maio significa volersi buttare a sinistra per solleticare vecchie sirene renziane e rivitalizzare antichi splendori nazareni. Insomma gli eredi della diaspora democristiana dall’altra parte del fossato ideologico. Una statua di sale osserva impassibile.