“Venduta, vergogna, fai il bunga bunga”, Santanchè insultata davanti alla Camera

Pubblicato il 13 Aprile 2011 16:27 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2011 16:42

Daniela Santanchè

ROMA – ”Venduta, vergogna, fai il bunga bunga”. E poi insulti pesanti con l’offerta di dieci euro corredata dalla frase ”prenditi pure queste”. Daniela Santanché è stata oggetto di aggressioni verbali davanti Montecitorio dove il Popolo Viola ha messo in scena la sua protesta contro il processo breve.

”L’amnistia mascherata del processo breve”. In piazza si sono radunate alcune centinaia di persone che intonano anche l’inno di Mameli. ”La verità non si compra la giustizia si pretende – recita un grande striscione adagiato per terra – verita’, giustizia, sicurezza per Viareggio. Perche non accada mai più”.

”Non servono sentenze colpevoli – si legge su un altro – solo uomini”.