Politica Italia

Vitalizi. M5S chiede a Grasso e Boldrini il permesso di rinunciarci

Vitalizi. M5S chiede a Grasso e Boldrini il permesso di rinunciarci

Vitalizi. M5S chiede a Grasso e Boldrini il permesso di rinunciarci

ROMA – Vitalizi. M5S chiede a Grasso e Boldrini il permesso di rinunciarci. Il M5S chiederà formalmente ai presidenti di Camera e Senato di poter rinunciare come parlamentari del Movimento alla pensione “privilegiata” dei parlamentari. Lo hanno annunciato in conferenza stampa deputati e senatori M5s. Questo atto di rinuncia formale e sostanziale – affermano – è l’ultima iniziativa forte che facciamo. Grasso e Boldrini devono solo prenderne atto. Se la Richetti può passare, possono anche mettere in atto la Fornero solo per noi. Grasso e Boldrini – concludono – devono ridare dignità alle Camere”.

Ieri, invece, il blog del Movimento aveva diffuso il saluto sarcastico di Beppe Grillo in occasione del “vitalizio day” che scatta oggi per circa 600 parlamentari: in effetti, il 15 settembre dopo 4 anni sei mesi e un giorno maturano i requisiti per ottenere quella che però è una pensione, non un vitalizio. Perché consente di ricevere l’assegno pensionistico a 65 anni calcolato interamente con il sistema contributivo: versano oggi circa mille euro al mese di contributi, tanto si ritroveranno a 65 anni.

“Per adesso, ce l’avete fatta. Complimenti. Avete maturato il diritto a occupare la vostra nuvoletta nel paradiso della casta. Mentre molti italiani sono stati scaraventati all’inferno dalla riforma Fornero e altri si arrabattano in purgatorio”. Così il M5s sul blog di Beppe Grillo allo scadere dei termini per maturare la pensione dei parlamentari. “Il Movimento 5 Stelle si avvicina al governo e voi siete una razza in via di estinzione. Ci stiamo per abbattere su di voi come un asteroide e siete destinati a fare proprio la fine dei dinosauri” aggiungono i 5 stelle.

To Top