A Sarah Scazzi stava stretta Avetrana: “Non vedo l’ora di andar via”

Pubblicato il 7 Settembre 2010 15:25 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2010 15:25
Sarah Scazzi

Sarah Scazzi

A Sarah Scazzi non piaceva più stare ad Avetrana? In un tema di scuola, la quindicenne scomparsa nel Tarantino lo scrisse chiaramente: “Per me vivere ad Avetrana è: non vedo l’ora di andare via”. Il testo del documento, che fu redatto in tandem con un test attitudinale, è stato pubblicato sul sito del Tgcom.

La ragazza cominciò parlando degli attriti con la madre Concetta: “Ciao mi chiamo Sarah. Mia madre si chiama Concetta, ha circa 49 anni. E’ molto fredda, forse perché è stata adottata. Non vado molto d’accordo con i miei genitori, specialmente con mia madre, ci litigo ogni giorno, anche per stupidaggini.”

Il tipo di relazione con la donna emerge in modo ancora più evidente in una domanda diretta: “Che rapporto hai con tua madre?”. La risposta è lapidaria: “Conflittuale”. Ben diverso il legame con il padre e il fratello Claudio, entrambi residenti a Milano per lavoro: “Mio padre è l’opposto di mamma, mio fratello mi dà sempre buoni consigli e mi ascolta. Con lui sono molto dolce”.

Ddal testo viene fuori invece l’immagine di una ragazza che ama viaggiare, che sogna di lavorare come cameriera su una nave da crociera e che adora gli animali: “Il mio sogno sarebbe quello di avere una grande casa in cui ospitare tutti gli animali abbandonati”.