blitztv

YOUTUBE Italiani strappano la bandiera in Thailandia, arrestati e obbligati a dire: “In Italia non è importante”

YOUTUBE Italiani strappano la bandiera in Thailandia, arrestati e obbligati a dire: "In Italia non è importante"

Italiani strappano la bandiera in Thailandia, arrestati e obbligati a dire: “In Italia non è importante”

BANGKOK – Due turisti italiani di 18 e 20 anni, Ian e Tobias, sono stati fermati dalla polizia thailandese per avere strappato delle bandiere nazionali, un gesto considerato gravemente offensivo dalla legge e, soprattutto, dalla cultura locale.

Il fatto è avvenuto a Krabi, una delle principali mete del turismo internazionale, e ne dà notizia Il Messaggero. Il video che immortala i due mentre strappano le bandiere è stato diffuso in Rete.

La polizia di Krabi ha poi fatto girare un secondo video ai due italiani, nei quali si scusano e spiegano che nel loro paese, l’Italia, “la bandiera non è così importante”. Poi aggiungono: “Eravamo molto, molto ubriachi. Amiamo la Thailandia, amiamo i thailandesi, ma non conoscevamo la legge. Vogliamo chiedere scusa”. Scuse che, per inciso, non sono state accettate in Rete: il video ha collezionato una lunga serie di commenti minacciosi e offensivi.

Il fermo è avvenuto intorno alle 3.30 di sabato mattina, 7 gennaio, quando i due, a Krabi e ubriachi, hanno strappato delle bandiere appese a un muro, per poi rovesciare un vaso. Gli italiani sono stati ripresi da una telecamera di sorveglianza, poi il video è finito su Facebook. Poco dopo, la polizia ha rintracciato i due responsabili che ora, in linea teorica, rischiano fino a un anno di prigione.

To Top