Blitz quotidiano
powered by aruba

Casa Leopardi danneggiata a Recanati dal maltempo

MACERATA – La Casa Leopardi dove il poeta è nato e vissuto a Recanati non ha retto al maltempo di questi giorni e una porzione del tetto è lesionata. Le piogge torrenziali che dal 5 giugno si abbattono su Recanati, in provincia di Macerata, hanno danneggiato la casa di Giacomo Leopardi, dove oggi risiedono i suoi discendenti. Ad annunciare i danni Vanni Leopardi, uno dei discendenti del poeta, che ha parlato di danneggiamento del tetto e degli ambienti sottostanti.

Vanni Leopardi ha spiegato all’Ansa che il Palazzo storico dove il poeta e antenato è nato e vissuto è rimasto “vittima” del maltempo:

“Abbiamo avuto lesioni ad una porzione del tetto e conseguentemente agli ambienti sottostanti. Al momento non si registrano danni strutturali al palazzo, ma ad alcune decorazioni e tempere del piano nobile e della biblioteca. La soprintendenza ai monumenti è stata avvisata.Fra oggi e domani si attende una visita per concordare tempi e modalità di intervento”.

L’incidente, ha osservato il discendente di Leopardi, è il risultato di una mancata manutenzione e non va trascurato:

“E’ stato un campanello d’allarme che non deve essere trascurato perché questo antico palazzo di ben 10 mila metri quadrati, che contiene tanti importanti documenti e tanta storia, non può sostenersi solo grazie alla cura e all’amore che la famiglia da sempre gli dedica, ma necessita anche di un forte appoggio  istituzionale”. Nel 2019, ricorda, “ricorrerà l’anniversario della composizione dell’Infinito e l’evento avrà una risonanza mondiale”.

Recanati inoltre si è candidata a Capitale della cultura italiana per il 2018

“e, se la candidatura andrà a buon fine come tutti ci auguriamo, queste due opportunità creeranno imperdibili occasioni per la messa in sicurezza e il restauro dei luoghi leopardiani su cui sarà imprescindibile focalizzarsi”.

Nel Palazzo dei conti Leopardi di San Leopardo, rimasto identico all’epoca in cui Giacomo studiava nella biblioteca composta insieme al padre Monaldo, o si affacciava dalla finestra per osservare ‘Silvia’, sono state girate quasi tutte le scene del film di Mario Martone ‘Il giovane favoloso’ dedicate alla giovinezza del poeta. Migliaia i visitatori che ogni anno varcano la porta della Casa di Giacomo.