Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis, arrestato poliziotto Usa a Washington: “Finanziava la jihad”

WASHINGTON – Un poliziotto americano di 36 anni è stato arrestato a Washington, Stati Uniti, con l’accusa di essere un fiancheggiatore dell’Isis. L’uomo, Nicholas Young, di Fairfax (Virginia), era sotto controllo dal 2010.

Young, che si era convertito all’Islam ed era stato in Libia due volte negli ultimi anni. E’ stato arrestato dall’Fbi mercoledì mattina sul posto di lavoro, al quartier generale della Metro Transit Police. E’ accusato di aver inviato denaro al cosiddetto Stato Islamico attraverso un servizio di messaggistica online. Rischia fino a vent’anni di carcere.

A portare all’arresto di Young è stato l’invio di alcuni codici per schede telefoniche il poliziotto pensava sarebbero state usate dai combattenti jihadisti, e che invece erano frutto del lavoro dell’intelligence americana che gli stava alle costole.

Quello di oggi è il primo arresto di un poliziotto americano per legami con il terrorismo. Young era in servizio al dipartimento di polizia di Washington dal 2003. Adesso si indaga anche sulle sue armi, tra cui diversi fucili automatici e semi-automatici.

Nel mirino degli inquirenti anche i legami di Young con Zachary Chesser e Amine El Khalifi, entrambi terroristi. Il primo è stato condannato a 25 anni per favoreggiamento di Al Shabaab, gruppo islamista affiliato ad Al Qaeda che opera soprattutto in Somalia. Prima dell’arresto aveva minacciato i creatori della serie tv “South Park” rei, secondo lui, di aver insultato il profeta Maometto. Amine El Khalifi è stato condannato a 30 anni di carcere dopo essere stato fermato nel 2o12 con indosso una cintura esplosiva.

 


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'