Blitz quotidiano
powered by aruba

Lupi avvistati a Campea di Miane: Forestale avvia ricerche

TREVISO – I lupi sono stati avvistati da un pastore a Campea, frazione del Comune di Miane in provincia di Treviso. La Guardia Forestale ha avviato le ricerche dopo la segnalazione del pastore, il cui gregge e cane sono rimasti terrorizzati dall’incontro. A raccontare l’avvistamento è stato un pastore, che era uscito di notte on il suo cane e ne ha illuminato uno con la torcia elettrica. Mirco Lorenzon, asre alla provincia e tra i primi a ricevere la segnalazione, ha spiegato che gli agenti della Forestale non hanno ancora trovato gli animali, ma le ricerche proseguono e perché è ritenuta attendibile.

Andrea De Polo su La Tribuna di Treviso scrive che i lupi stanno ormai ripopolando le montagne del nord Italia e possono rappresentare un pericolo per i greggi dei pastori:

“«Abbiamo mandato subito a Campea gli agenti della Polizia Provinciale e gli uomini della Forestale» spiega Mirco Lorenzon, asre della Provincia, tra i primi ai quali è stata girata la segnalazione. «Il pastore giura di averlo visto con i propri occhi, noi al momento non abbiamo riscontri, ma non ci sono motivi per non credergli. Tutta la fauna storica sta tornando sulle nostre colline. La presenza del lupo è stata confermata, di recente, sulle montagne del Bellunese, non sarebbe un evento così raro».

Chi i lupi li conosce bene, perché ne ha un paio a casa come animali domestici, è il veterinario vittoriese Renzo Piccin. Lui è un po’ più scettico, ma possibilista: «Sì, i lupi fanno parecchi chilometri al giorno, ma è anche facile confonderli con un qualsiasi cane rinselvatichito. Insomma, è un avvistametno difficile, ma non certo impossibile.

I lupi lasciano tracce evidenti: la loro presenza è stata confermata sulle Tre Cime di Lavaredo, e sul versante friulano del Cansiglio, anche se a quote sempre un po’ più alte rispetto a Miane. Basterà tenere monitorata la zona». Comune, Provincia e Forestale lo stanno già facendo, perché quella del pastore, la scorsa settimana, è la segnalazione più recente ma non è neppure l’unica. Ce ne sono state altre, sempre per la zona di Campea di Miane.

«La Forestale continuerà a cercare le tracce» spiega il sindaco di Miane, Angela Colmellere «già in passato avevo avuto segnalazioni simili, anche se in zone montane, però non hanno mai portato a niente di concreto. Il lupo più vicino a noi, accertato dalla Forestale, era a Longarone.Per questo dico ai miei cittadini di stare comunque tranquilli: non c’è nessun allarme, possono camminare nei nostri boschi senza timori».

L’anno scorso le Prealpi Trevigiane avevano avuto un altro ospite a quattro zampe di tutto rispetto: l’orso Madi, più volte fotografato, anche in prossimità dei centri abitati. In quel caso furono proprio le fotografie a dissipare ogni dubbio sulla presenza dell’insolito quadrupede”.


PER SAPERNE DI PIU'