Ahmadinejad apre agli Usa: “Pronto a incontrare Obama, ma sul nucleare non si discute”

Pubblicato il 7 Settembre 2009 10:14 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2009 10:20

ahmadinejadProve di diplomazia per il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad che ha dribblato le critiche degli ultimi mesi con un annuncio sconvolgente: il leader della Repubblica islamica è pronto a incontrare pubblicamente il suo omologo statunitense, Barack Obama.

Il leader iraniano ha espresso la volontà di «discutere e parlare con lui» davanti ai rappresentanti dei mass media. L’occasione, ha precisato Ahmadinejad, può essere offerta dal proprio imminente arrivo a New York per l’annuale sessione ordinaria dell’Assemblea Generale dell’Onu, a fine mese.

Se da un lato l’Iran si mostra disponibile al dialogo con quello che dai tempi della Rivoluzione del 1979 è considerato il Grande Satana, dall’altro frena: le discussioni con i 5+1, ovvero i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (tra cui l’America, più la Germania) non sfioreranno nemmeno la questione nucleare. Ahmadinejad ha definito «ovvio e innegabile» che il suo paese continui la corsa verso l’arricchimento dell’uranio anche se, ha aggiunto, ci si deve concentrare sulla «cooperazione per l’uso pacifico dell’energia atomica» con le Grandi Potenze e «in stretta collaborazione» con l’Aiea, l’Agenzia Internazionale dell’Onu per l’Energia Atomica.