Alessia Marcuzzi difende “Così fan tutte”: “Volgare io? No, bigotto chi critica”

Pubblicato il 23 Settembre 2009 20:35 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2009 20:36

Alessia Marcuzzi

Per difendersi dalle accuse che le sono piovute addosso dopo i primi episodi della serie tv “Così fan tutte” Alessia Marcuzzi ha scelto la televisione e lo spettacolo di Piero Chiambretti, “Chiambretti Night”.

A far discutere, soprattutto, la famigerata scena del wurstel, in cui l’attrice tentava di addomesticare una bollente e ribelle salsiccia.

La Marcuzzi, però, ha ribattuto alle accuse senza peli sulla lingua:  «Anche mio figlio di 8 anni ha visto la sit-com, ma non ha capito la malizia. Mi ha chiesto se il wurstel scottasse davvero così tanto».

Quindi una spiegazione: «In realtà la serie è nata per prendere in giro il mondo delle donne. Secondo me chi l’ha criticata non l’ha vista. Era un programma spiritoso, alcune donne non hanno capito: quelle bigotte».

Infine l’attrice rispedisce al mittente le accuse di volgarità: «E pensare che sono stata a scuola dalle suore. Nella mia vita non avrei mai potuto fare qualcosa di volgare».