Crisi/ Povertà: per la Cei il tessuto sociale si va sfilacciando, per il ministro Brunetta 30 milioni di italiani sono più ricchi

Pubblicato il 9 Giugno 2009 14:04 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2009 14:04

La congiuntura economica ha prodotto maggiore povertà? Per i vescovi i costi della crisi si abbattono sulle fasce più deboli della popolazione. Secondo il ministro della Pubblica Amministrazione Brunetta la crisi ha elevato il potere d’acquisto per 30 milioni di lavoratori dipendenti e pensionati, grazie all’incremento delle retribuzioni e al calo dell’inflazione.

Nel comunicato finale dell’Assemblea generale, la Conferenza Episcopale ha lanciato l’allarme, senza peraltro addossare particolari responsabilità a chi detiene attualmente il potere: «Il tessuto sociale si va sfilacciando e le disuguaglianze aumentano, invece di diminuire».

Più polemico il contributo di ministro Brunetta nel suo intervento alla giornata dell’innovazione promossa da Confindustria a Roma. Il pubblico presente al convegno non ha accolto positivamente le parole del ministro. Visibilmente seccato per i mugugni in platea Brunetta è sbottato: «Rumoreggiate quanto volete, ma queste sono le statistiche».