Influenza A/ Fabrizio Pregliasco, virologo: “Nessun allarmismo e preoccupazione in Italia per la possibile diffusione del virus. Diffusione frenata grazie a un’azione coordinata delle Asl”

Pubblicato il 18 Luglio 2009 11:35 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2009 12:07

Nessun allarmismo e preoccupazione in Italia per la possibile diffusione del virus dell’influenza “A”. Il professor Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano commenta le affermazioni del viceministro Ferruccio Fazio rilasciate al Giornale su una «probabile epidemia tra un mese» del virus H1N1.

«La malattia nella prospettiva del cittadino – afferma Pregliasco – non è grave sul singolo soggetto. La preoccupazione del viceministro occorre inquadrarla più su un piano istituzionale». Per il virologo insomma la malattia potrebbe colpire e diffondersi su larga scala e questo potrebbe creare problemi solo a livello istituzionale.

«È giusto essere informati – precisa – Le parole di Fazio erano prevedibili, dopo che l’Oms aveva annunciato l’inizio della pandemia. In Italia siamo riusciti a frenare la diffusione grazie a un’azione coordinata delle Asl. È normale che con le vacanze e con i viaggi, il virus possa diffondersi. È importante però sottolineare che questa volta, rispetto al passato – conclude Pregliasco – abbiamo dei piani pandemici. Ogni Regione sa cosa deve fare».