Manu Chao al Messico: “Terrorismo di Stato”. Ora rischia l’espulsione

Pubblicato il 27 Marzo 2009 14:29 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2009 14:51

manu-chao-al-messico-terrorismo-di-stato-ora-rischia-lespulsione«Terrorismo di Stato», così il cantante franco-spagnolo Manu Chao ha definito in una conferenza stampa, l’intervento della polizia messicana nel 2006 durante i violenti scontri che sconvolsero il paese.

Il ministero dell’Interno messicano ha quindi avanzato una proposta di espulsione per il cantante : «Si indaga per sapere quello che ha detto, in quale contesto, sarà applicata una sanzione», ha spiegato un portavoce del ministero. L’accusa delle autorità messicane verso Manu Chao è comunque quella di aver tenuto dei discorsi che potrebbero recare danni alla politica del paese.

Intanto il cantante quarantasettenne ha annulato per motivi privati il concerto che doveva tenere al Festival internazionale del film di Guadalajara, proprio in Messico.