Mondiali atletica donne/ Semenya trionfa negli 800, ma il suo sesso è in dubbio. Italiana Cusma: “Per me è un uomo”

Pubblicato il 19 Agosto 2009 - 22:56| Aggiornato il 5 Marzo 2015 OLTRE 6 MESI FA

semenyaCaster Semenya, 18enne sudafricana, ha vinto stasera la medaglia d’oro degli 800 metri ai Mondiali di atletica in corso a Berlino, con un distacco abissale sulle altre.

È polemica sulla sessualità della Semenya che gareggia fra le donne ma, secondo molti, sarebbe un uomo. Fra quelli che la pensano in questo modo c’è anche l’atleta italiana Elisa Cusma, anche lei in gara negli 800 metri, che ha parlato dopo la prova: «Io quella che ha vinto, la sudafricana Semenya, nemmeno la considero, per me non è una donna, e mi dispiace anche per le altre – ha dichiarato la Cusma, che aggiunge – Deve fare il test della femminilità? Era già successo con la Jelimo, ma intanto a questa gente fanno vincere medaglie. È inutile giocare con queste cose e non è giusto».