Obama, Sarkozy e la Regina Elisabetta/ Sarà Carlo, principe del Galles, a rappresentare la madre alla celebrazione dello sbarco in Normandia

Pubblicato il 4 Giugno 2009 21:09 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2009 21:09

Il mancato invito della Regina Elisabetta d’Inghilterra e del marito Filippo alle celebrazioni per l’anniversario del D-Day, sabato 6 giugno,  ha provocato una piccola tempesta diplomatica e una piccola buriana giornalistica in Gran Bretagna.

Quest’anno, a quella che venne chiamata in codice Omaha beach, in Normandia, ci sarà anche il neo presidente ameriano Barack Obama, il quale già si trova da questa parte dell’Atlantico, per essersi recato mercoledì in Arabia Saudita e giovedì al Cairo, in Egitto.

Secondo i malpensanti inglesi, cui ha dato voce il quotidiano Daily Mail, la colpa di tutto sarebbe del presidente francese Nicolas Sarkozy, il quale avrebbe dimenticato i reali inglesi per essere l’unico capo di stato a ricevere Obama: pura vanità politica, secondo il giornale.

Visto il tipo che è Sarkozy, c’è anche da credere al Mail. La “congiura” si sarebbe potuta consumare impunemente, anche grazie alla complicità del primo ministro britannico Gordon Brown, il quale a sua volta aveva solo da rimetterci dalla presenza della sovrana, e alla neghittosità dei burocrati che formano lo staff regale (i burocrati sono uguali in tutto il mondo).

La congiura è stata sventata dal Daily Mail, che ci ha montato sopra una campagna con i fiocchi, fino a quando il principe ereditario, Carlo, principe del Galles, nopn ha preso in mano la situazione, ha chiesgto il permesso alla madre, ha chiamato al telefono Sarkozy, con il quale è in buoni rapporti, e si è fatto invitare.

Ci sarà uindi lui, Carlo, sabato a Omaha beach, a rappresentare due paesi, la Gran Bretagna e il Canada (totalmente indipendente dall’Inghilterra:  ma formalmente è la regina il capo dello stato canadese), che hanno dato il maggiore contributo di sangue, in termini di uomini, morti e feriti, al successo dello sbarco e alla svolta della seconda guerra mondiale che ne è seguita.

Non si sa invece se ci andrà anche la moglie, Camilla.