Stati Uniti, Sarah Palin su Facebook ha 900 mila fan. Solo Obama ne ha di più

Pubblicato il 24 Settembre 2009 20:30 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2009 20:30

Sarah Palin

Sarah Palin è scomparsa dalle cronache politiche americane dopo la sconfitta elettorale, ma sta risorgendo grazie a internet ed è ormai considerata come un “fenomeno” tra gli esperti di social network.

A parlare di lei è il sito americano “Politico.com”: il numero dei sostenitori che l’ex candidata vicepresidente repubblicana ha su Facebook ha toccato la quota record di 898 mila: la Palin è seconda solo a Barack Obama, che si stima abbia più di 8 milioni di fan distribuiti però su più siti web.

Palin, dopo le sue dimissioni da governatore dell’Alaska ha evitato nuove apparizioni pubbliche. Tuttavia, alcune sue posizioni politiche espresse sul web hanno scosso l’opinione pubblica americana, più di mille interviste. È il caso del cosiddetto “death panel”, ovvero il fantomatico comitato di esperti in grado di stabilire la morte di una persona, un’espressione che la Palin ha usato il mese scorso per sostenere che la riforma della sanità di Obama legalizzerebbe l’eutanasia, decisa dallo Stato.

Il presidente non pensa assolutamente a istituire comitati di questo tipo, ma è bastato che la Palin lasciasse un “post” su facebook dal semplice titolo «preoccupazione per questi comitati», che questa frase diventasse uno degli slogan più usati nella campagna contro Obama.

In poche ore di questi “death panel” parlarono decine di giornali, nazionali e locali e ancora adesso la Casa Bianca è costretta a replicare quotidianamente su questo punto. «Non posso dire quale sia la sua strategia – ha commentato Mary Matalin, un’esperta di marketing politico vicina ai repubblicani – tuttavia, quello che è certo è che funziona».