Venezuela/ Chavez chiude i campi da golf: è uno sport borghese. A rischio anche stabilimenti Pfizer

Pubblicato il 13 Agosto 2009 1:06 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2009 1:06

«È uno sport borghese». Questa è la ragione della chiusura nei prossimi giorni di due campi da golf annunciati dal presidente venezuelano Hugo Chavez, il cui
governo non esclude d’altra parte di occupare temporalmente una delle fabbriche del gruppo farmaceutico Pfizer.

«Solo un piccolo borghese può giocare golf», ha precisato Chavez. Pronta la risposta alle dichiarazioni fatte alla radio dal presidente bolivariano da parte del direttore della federazione di golf, Julio Torres: «Se Chavez farà veramente quello che ha promesso, saranno in totale nove i campi di golf chiusi nel paese negli ultimi tre anni». 

A Washington, un portavoce del dipartimento di Stato ha commentato che «ancora
una volta, il presidente è andato ‘fuori dai limiti».

Il ministro della sanità, Carlos Rotondaro, non ha d’altraparte escluso la possibilità di chiudere uno dei laboratori che il colosso farmaceutico Pfizer ha in Venezuela, in quanto – ha precisato il ministro – tale stabilimento ha smesso di produrre
medicine.