Fukushima, detriti dello tsunami verso le Hawaii

Pubblicato il 7 Marzo 2012 11:48 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2012 11:53

ROMA – I detriti portati nell'oceano Pacifico dallo tsunami giapponese di un anno fa sono a meta' strada nel loro viaggio verso le Hawaii. Lo ha calcolato il Noaa, l'ente americano per l'oceano e l'atmosfera, secondo cui i primi a vedere i resti del disastro saranno, il prossimo inverno, gli abitanti dell'atollo di Midway, circa 4 mila chilometri ad est di Tokyo.

"Le correnti oceaniche hanno rallentato il viaggio dei detriti rispetto a quanto avevamo calcolato in precedenza, ma la situazione e' in continuo cambiamento – spiega Jan Hafner, uno dei ricercatori coinvolti nello studio dei movimenti – la nostra predizione e' che arrivino all'atollo quest'inverno, mentre raggiungeranno le Hawaii nell'inverno tra il 2012 e il 2013".

L'andamento dei detriti, che non sono radioattivi e che nel viaggio si disperdono sempre piu' nell'oceano, non puo' essere piu' seguito direttamente dai satelliti, ma i ricercatori hanno sviluppato diversi modelli matematici basati sull'andamento delle correnti per monitorarli. Secondo i calcoli lo tsunami ha portato in mare 23 milioni di tonnellate di materiali, da pezzi di edifici a barche. La maggior parte dei detriti e' affondata nell'oceano, ma il 5% potrebbe raggiungere le coste statunitensi.