Meteo, nei tre giorni della merla temperature quasi primaverili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2020 19:18 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2020 19:18
Meteo, nei tre giorni della merla temperature quasi primaverili

Meteo, nei tre giorni della merla temperature quasi primaverili (foto ANSA)

ROMA – L’anno scorso sono stati freddi, ma quest’anno romperanno la tradizione che li vuole come i più rigidi dell’anno: i giorni della merla (da mercoledì 29 a venerdì 31 gennaio) si annunciano con il sole e temperature più alte della media, anche se non mancherà qualche pioggia.

Secondo le previsioni meteo di Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, correnti da Ovest relativamente miti per il periodo manterranno la colonnina di mercurio ‘in alto’. Nel frattempo una perturbazione che domani colpirà soprattutto i versanti tirrenici e le Alpi di confine produrrà i suoi effetti residui, mercoledì al sud e sporadicamente sugli Appennini e alle Alpi di confine. Altrove è prevista la prevalenza di sole o sarà parzialmente nuvoloso. Una giornata di sole su gran parte dell’Italia sarà invece giovedì, con tendenza all’aumento di nubi tra Liguria, Toscana e Sardegna. Venerdì, infine, ci saranno nubi sui versanti tirrenici e le isole maggiori,con quale isolata e debole pioggia. Altrove è previsto più sole.

In un inverno che Ferrara definisce ‘anonimo’ (ha fatto più freddo solo la prima parte di dicembre, con neve in pianura a Nord, mentre da metà dicembre le temperature sono lievemente o abbondantemente sopra la media), i giorni della merla proseguono questa tendenza. Saranno dunque più caldi della media e seguono ad un anno in cui sono stati freddi (Ferrara ricorda la neve a Milano proprio nei giorni della merla del 2019). “La tendenza specialmente degli ultimi 10 anni – conclude – è quella di un riscaldamento globale, con inverni sempre più miti soprattutto al Nord e al Centronord”.

Secondo Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr, gli ultimi 3 giorni di gennaio potrebbero intaccare il primato del 2013 e del 2018, rispettivamente primo e secondo anno nella classifica delle temperature più elevate proprio nei giorni della merla. Il climatologo ha spiegato che sono stati presi in considerazione, sempre relativamente a questi tre giorni, gli anni del decennio 2010-2019, ed è stato fatto un confronto con la media climatica del trentennio 1980-2010. “Anche se non sono emerse grosse variazioni rispetto a questa media – sottolinea Gozzini – spicca il fatto che solo il 2010 è stata un anno particolarmente freddo, per i giorni della Merla, mentre gli altri anni hanno fatto registrare variazioni di qualche decimo di grado. Quest’anno, dunque, molto probabilmente il periodo sarà più caldo della norma”. (fonte ANSA)