Traffico illecito di rifiuti da Hong Kong alla Nigeria. Tra i più gettonati le gomme usate

Pubblicato il 6 Giugno 2012 17:19 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2012 17:21

ROMA – I traffici illeciti di rifiuti negli ultimi anni hanno riguardato 19 regioni italiane e 23 Paesi esteri (tra cui Cina, Hong Kong, Malaysia, Russia, India, Egitto, Nigeria e Senegal). Tra i materiali piu' 'gettonati' dalla criminalita' ci sono i pneumatici usati, i quali si sono trovati al centro di oltre il 10% del totale delle inchieste svolte negli ultimi 10 anni.

Contro questo fenomeno, l'Agenzia delle Dogane con Ecopneus (una societa' consortile che si occupa della raccolta e del trattamento di pneumatici fuori uso) ha firmato questa mattina – a Villa Borghese a Roma nel corso del convegno 'Il valore del riciclo, oltre cio' che si vede' – un protocollo d'intesa per il monitoraggio dei flussi legati al commercio internazionale di 'gomme' usate. I traffici di pneumatici usati – spiega Ecopneus – hanno rotte oceaniche ed avvengono con la falsificazione dei formulari.

La destinazione negli ultimi anni è stata prevalentemente a oriente. Il materiale viene sottratto a utilizzi legali (come opere di ingegneria, superfici sportive, arredo urbano). In Italia si ha anche a che fare con l'abbandono abusivo (dal 2005 ad oggi individuate 1.415 discariche illegali per un'estensione di quasi 7,5 milioni di metri quadrati). Negli ultimi 8 mesi sono state sequestrate 93 discariche illegali (54 al sud, 17 al centro, 11 al nord, 11 nelle isole). In testa alle regioni fuorilegge Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.