Usa. Allarme pipistrelli-vampiri, lavoratore stagionale morso e ucciso dal virus della rabbia

Pubblicato il 12 Agosto 2011 11:14 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2011 11:14

Un pipistrello-vampiro

NEW ORLEANS, STATI UNITI – Negli Stati Uniti stanno arrivando i vampiri. O meglio i pipistrelli-vampiri che succhiano il sangue di uomini e animali trasmettendo loro il virus della rabbia. E’ quello che è successo ad un giovane stagionale messicano di 19 anni che, dopo essere stato morso ad un piede nel sonno a Michocan, nel Messico sud-occidentale, si è trasferito negli Stati Uniti, in Louisiana, per raccogliere canna da zucchero.

Il giorno dopo il giovane si è ammalato, con sintomi di stanchezza, dolori alle ossa, insensibilità nella mano destra e chiusura dell’occhio sinistro. Traferito all’ ospedale di New Orleans, dopo aver effettuato una serie di esami, i medici hanno accertato che aveva la rabbia ed è morto poco tempo dopo. Nessuno ha pensato al morso di un pipistrello-vampiro perchè questi animali negli Stati Uniti non esistono, ma sono comuni a sud del confine, in Messico.

Il Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC) ha reso noto che ”il caso del giovane messicano è il primo decesso registrato negli Stati Uniti a causa del virus della rabbia trasmesso da un pipistrollo-vampiro”. Il CDC ha aggiunto che il virus che ha ucciso il giovane era particolarmente aggressivo.

Secondo il CDC, ”sebbene i pipistrelli-vampiri si trovino solo nell’America Latina, una serie di ricerche ha accertato che il loro habitat si starebbe espandendo a causa dei cambiamenti climatici. Se questi animali cominciassero a migrare, specialmente nel sud degli Stati Uniti, rappresenterebbero indubbiamente un serio pericolo, con la loro capacità di trasmettere la rabbia, sia per gli esseri umani che per il bestiame e la fauna”.

I media hanno parlato giorni fa di questi pipistrelli-vampiri quando un gruppo di ricercatori ha reso noto che sono capaci di trovare sangue attraverso una molecola sensibile al calore situata sulle estremità dei nervi nel loro naso. Secondo la rivista ScienceDaily, quando un pipistrello-vampiro adulto ha trovato una vena da cui nutrirsi, può succhiare una quantità di sangue uguale alla metà del suo peso.