Malattia mentale, piaga di quasi il 40% degli europei

Pubblicato il 6 Settembre 2011 15:35 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2011 15:40

Ap photo/Lapresse

LONDRA – Quasi il 40% degli europei soffre di problemi mentali. Sono poco meno di 165 milioni le persone malate e spesso non ricevono le cure adeguate. Ad affliggerle ci sono la demenza, la depressione, fino ad arrivare all’ansia o all’insonnia, vera e propria patologia che mette a dura prova il cervello di tanti in Europa.

E’ uno studio del Collegio europeo di Psicofarmacologia che ha fatto luce sul sommerso di questa realtà: solo un terzo dei casi riceve un’appropriato trattamento terapeutico o farmacologico e per questo le malattie mentali rappresentano un enorme onere economico e sociale da misurare in centinaia di miliardi di euro.

Chi soffre di disturbi mentali non può più lavorare, ha relazioni personali sempre più fragili e rappresenta una classe di soggetti molto delicata, forse la più consistente del XXI secolo secondo lo studio che ha interessato i 27 Paesi europei più più Islanda, Norvegia e Svizzera.

Secondo  David Nutt, ricercatore ed esperto di Neuropsicofarmacologia, è necessario puntare sulle politiche sanitari ed escogitare modi per identificare i potenziali pazienti al più presto possibile.  “Perché i disturbi mentali si manifestano nelle prime fasi della vita e se trascurati hanno un forte impatto sulla vita successiva”.