Tetano “killer” di neonati: ne uccide uno ogni 9 minuti nei Paesi in via di sviluppo

Pubblicato il 7 Ottobre 2010 20:12 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2010 20:12

Nel “Terzo mondo” il tetano uccide un neonato ogni 9 minuti. Anche se per il mondo occidentale non è più un problema, il tetano neonatale nei Paesi in via di sviluppo continua a fare vittime: oltre a provocare ogni 9 minuti la morte di un neonato, mette a rischio la vita di 170 milioni di donne e dei loro bambini.

Eppure è una malattia facilmente prevenibile, perchè bastano due vaccinazioni per proteggere mamma e bambino al momento della nascita e nei primi tre anni di vita. Fino al 31 dicembre tutti potranno contribuire a sconfiggere questa malattia, partecipando alla campagna “Insieme contro il tetano neonatale” a sostegno di Unicef, che ha per obiettivo l’eliminazione totale di questa patologia entro il 2015.

Su una selezione di prodotti per la casa della Procter&Gamble, multinazionale che sostiene questa iniziativa, per ogni confezione acquistata verrà donato l’importo necessario per l’acquisto di una dose di vaccino antitetano, proteggendo in questo modo una donna in età fertile.