“Quelle scelte in continuità con la dottrina Bush”, Christian Rocca per Il Sole 24 Ore

Pubblicato il 10 Febbraio 2011 13:07 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2011 13:07

Blitz quotidiano vi propone oggi come articolo del giorno quello di Christian Rocca per Il Sole 24 Ore il quale parla delle nuove strategie militari americane. Strategie che però secondo Rocca sono prive di nuove idee e in parte le nuove mosse di Obama ricordano quelle di Bush.

La nuova strategia militare americana, presentata martedì a Washington dal capo degli stati maggiori riuniti Mike Mullen, non contiene grandi novità. La cosa più importante è esattamente questa, l’assenza di novità. Gli Stati Uniti di Barack Obama continuano a combattere la guerra all’islamismo radicale, a impegnarsi per evitare che le armi di distruzione di massa finiscano nelle mani sbagliate e a promuovere diritti umani, democrazia e libertà secondo lo stesso schema strategico elaborato da George W. Bush dopo l’11 settembre 2001. Dieci anni dopo, con due guerre ancora in corso e polemiche transatlantiche mai sopite, un’alternativa non è stata ancora ideata. Nell’era Obama, la retorica della sicurezza nazionale è più asciutta. Non usa più le formule «guerra lunga», «guerra al terrorismo», «diritto al primo colpo». L’islamismo radicale che Bush definiva «fascismo islamico», secondo le intuizioni di intellettuali di sinistra come Christopher Hitchens e Paul Berman, nel documento strategico del 2011 diventa «estremismo violento». Più neutro, ma non diverso. […]