Cina, cani e gatti catturati e stipati nelle gabbie come in lager (video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 14:14 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 14:14

Cina, cani e gatti catturati e stipati nelle gabbie come in lager (video)PECHINO –  Cani e gatti catturati per strada, ammassati in gabbie sporche uno sull’altro, messi all’ingrasso e poi offerti per diventare carne da macello o pellicce.

Un nuovo video di Animal Equality mostra quel che succede in Cina ai cosiddetti animali domestici, da secoli ritenuti amici dell’uomo, adatti per vivere con lui, non per lui.

Gli attivisti si sono introdotti negli allevamenti e nei mercati fingendosi acquirenti occidentali interessati al commercio di queste specie. Secondo le stime delle organizzazioni non profit sono 18 milioni i cani e gatti che ogni anno vengono uccisi per produrre carne o pellicce.

Stefano Bottioni, coordinatore generale di Animal Equality Italia, ha spiegato a Repubblica: “Abbiamo ottenuto immagini, dati e documenti lavorando nel Sud e Sud-Est della Cina, ma va ricordato che la carne di cane è consumata anche in Vietnam, Corea del Sud, India, Indonesia e nelle Filippine. L’opinione pubblica cinese si è fatta più sensibile al tema, soprattutto nelle grandi città; in molti ormai hanno un pet. Tuttavia la tradizione è molto radicata, soprattutto a livello regionale. Nel 2010 fu presentata una proposta normativa per vietare la macellazione canina, ma il disegno sembra ben lontano dal diventare legge effettiva”.