Libia, allerta Viminale: “Centinaia di terroristi islamici potrebbero arrivare in Italia”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 aprile 2019 14:14 | Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2019 14:14
Libia, allerta Viminale: "Centinaia di terroristi islamici potrebbero arrivare in Italia"

Libia, allerta Viminale: “Centinaia di terroristi islamici potrebbero arrivare in Italia” (Foto archivio Ansa)

ROMA – “Centinaia di terroristi islamici potrebbero arrivare in Italia approfittando del caos libico: non a caso la Francia ha chiesto ufficialmente di prorogare la chiusura delle frontiere con l’Italia per altri sei mesi (per ‘emergenza nazionale’ legata al terrorismo). Il Viminale risponde subito con una direttiva”: l’allarme arriva da fonti del Ministero dell’Interno.  

Lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si è detto “molto preoccupato per la crisi libica, abbiamo sempre lavorato e continueremo a lavorare per scongiurare una crisi umanitaria che può esporre al rischio dell‘arrivo di foreign fighters sul nostro territorio. Bisogna assolutamente evitare l’escalation”.

L’allarme è stato rilanciato anche dal vicepremier libico, Ahmed Maitig: “Con la guerra in Libia in corso centinaia di migliaia di migranti potranno raggiungere facilmente le coste europee. Ma può succedere anche di peggio”, ha detto alla stampa estera, ricordando i “circa 400 prigionieri dell’Isis detenuti tra Tripoli e Misurata” che potrebbero fuggire approfittando del caos. Maitig ha ricordato che il suo governo “ha lavorato con la comunità internazionale per tenere prigionieri questi terroristi”. E nonostante questo, “oggi vediamo che alcuni partner supportano l’offensiva di Haftar”. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)