Mario Cerciello Rega, Di Maio: “Parlare della foto del ragazzo bendato significa buttarla in caciara”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2019 11:45 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2019 11:45
Mario Cerciello Rega Di Maio

Luigi Di Maio nel video Vista

ROMA – “Ho visto molte polemiche sulla foto del ragazzo bendato, quella foto non è bella sicuramente ma parlare ogni giorno quasi più del ragazzo bendato che del nostro carabiniere ucciso significa buttarla in caciara“. Lo ha detto Luigi Di Maio, ai funerali del carabiniere ucciso Mario Cerciello Rega, commentando la foto dell’interrogatorio di Gabriel Natale-Hjorth. L’Arma ha punito i carabinieri per la foto ma “abbiamo un nostro servitore dello Stato ammazzato con 11 coltellate” aggiunge, “adesso si vada avanti e spero veramente in una pena massima che possa essere l’ergastolo per questa gente”.

Il vicepremier Di Maio, prima di raggiungere Somma vesuviana per i funerali, commentando le immagini dell’interrogatorio di Gabriel Natale-Hjorth dice che “ha fatto bene l’Arma a sospendere il carabiniere e a trasferire i carabinieri che avevano compiuto questo atto. Ma non voglio che la si butti in caciara, abbiamo un nostro servitore dello Stato ammazzato con 11 coltellate. I carabinieri sono stati puniti, noi stessi abbiamo detto che non è una bella foto, adesso si vada avanti” verso l’ergastolo. (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).