Matteo Renzi: “L’Imu è una cambiale pagata all’accordo con Berlusconi”

Pubblicato il 20 Maggio 2013 10:09 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2013 12:32

Matteo Renzi (Foto Lapresse)

ROMA – “L’imu è una cambiale che si paga all’accordo con Berlusconi. Io credo che sia giusto abbassare le tasse, ma mi piacerebbe capire da dove partire. Noi a Firenze abbiamo abbassato l’Irpef”. E’ una vera e propria stilettata a Enrico Letta quella pronunciata da Matteo Renzi.

Renzi parla anche del futuro (e del presente) del Partito Democratico: ”Il Pd è in una fase un po’ sotto choc. Quando abbiamo fatto le primarie molti erano convinti che avremmo vinto”, ha ricordato Renzi, secondo cui ”abbiamo iniziato a perdere quando abbiamo respinto gli elettori dai seggi: blindando le primarie le vinci, ma perdi le secondarie, e spero che la prossima volta le regole siano diverse”.

Il sindaco di Firenze, interpellato da Alessandro Milan a 24 Mattino sull’ipotesi di correre per la segreteria del Pd, ha risposto dicendo che ”se adesso facessi la campagna per diventare segretario sembrerebbe che l’obiettivo per me è sedermi su una poltrona piuttosto che un’altra”, mentre la questione è se ”il Pd è in grado di esprimere proposte per il Paese o sta solo a rimorchio”. Secondo Renzi, in questo momento ”chi vuol bene all’Italia fa il tifo per Letta”, e la sinistra deve abbandonare ”l’idea che le tasse siano l’unico motore dello sviluppo di un territorio”, per cui ”dobbiamo immediatamente dare un segnale” in questo senso ”o perdiamo il contatto con la realtà”.

Renzi a Radio 24 (video Corriere Tv)