Alfie Evans, respiratore staccato: bimbo ancora vivo, gli danno acqua e ossigeno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 aprile 2018 8:42 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2018 11:39
Alfie Evans ancora vivo dopo distacco dal respiratore

Alfie Evans, respiratore staccato: bimbo ancora vivo dopo 9 ore

LONDRA – Il piccolo Alfie Evans è ancora vivo a 9 ore dal distacco dal respiratore, avvenuto alle 22.30 del 23 aprile a Liverpool. Una notte di agonia, con i genitori che avrebbero praticato al piccolo la respirazione bocca a bocca per tutta la notte, non potendo più attaccarlo alle macchine per l’ossigeno. Intanto proseguono i contatti diplomatici per riattaccare il piccolo Alfie al respiratore in extremis.

Il padre di Alfie, Tom Evans, ai media britannici a Liverpool ha confermato il distacco del respiratore e ha dichiarato che non è quanto si aspettassero i medici: “Dicevano che stava soffrendo e invece non soffre anche senza respiratore”, nota, dicendosi convinto comunque che entro “un paio d’ore” potrà aver bisogno di “sostegno” per continuare a respirare. Tom aggiunge che il bimbo non ha avuto neppure acqua o cibo “per sei ore”, ma poi è stato idratato dai sanitari.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Kate James, la mamma del piccolo, ha dormito con lui e in un post sui social network scrive: “Ad Alfie è stato assicurato l’ossigeno e l’acqua! E’ sorprendente. Non importa cosa accadrà, ha già dimostrato che i medici si sbagliano”.

Nessun bollettino nelle prossime ore dall’ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool sul caso drammatico del piccolo Alfie Evans. “Non rilasceremo alcun bollettino medico per rispetto della privacy di Alfie e della sua famiglia”, fa sapere oggi la direzione sanitaria, dopo aver ‘saltato’ il previsto aggiornamento informativo annunciato per le 7 del mattino del 24 aprile. Fonti mediatiche inglesi confermano intanto che ad Alfie viene ora dato l’ossigeno, ma che non è stato riattaccato ai macchinari salvavita.

Anthony Hayden, il giudice d’appello britannico che giorni fa ha firmato il verdetto che autorizza i medici di Liverpool a staccare la spina al piccolo Alfie Evans, ha chiuso la porta a ogni ripensamento dopo un ultimo consulto con gli avvocati delle parti e un confronto telefonico anche con i rappresentanti legali della famiglia in Italia: coinvolti in seguito alla concessione della cittadinanza italiana al bimbo. Lo riporta l’agenzia Pa.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other