Australia: “uomo ragno” francese scala un grattacielo, arrestato

Pubblicato il 30 Agosto 2010 9:38 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2010 9:55

La polizia australiana ha arrestato Alain Robert, noto come ”l’uomo ragno francese”, dopo che aveva scalato un grattacielo del centro di Sydney, il Lumiere Building di 57 piani, raggiungendo la cima alle 10.50 di lunedì, (le 2.50 in Italia), mentre un centinaio di ammiratori e curiosi applaudivano.

L’arrampicatore, 48 anni, che colleziona scalate di alti edifici per richiamare attenzione sul problema del riscaldamento globale, ha impiegato 20 minuti per raggiungere la cima, a mani nude e senza equipaggiamento di sicurezza. La polizia aveva isolato la zona poco dopo l’inizio della scalata e lo ha atteso alla base per arrestarlo, mentre i presenti lo applaudivano.

Una portavoce della polizia ha confermato l’arresto, precisando che non sono state finora formulate imputazioni. Secondo il suo agente pubblicitario Max Markson è stata ”una conquista meravigliosa”. ”Mi dispiace che sia stato arrestato, ma speriamo che esca presto per poter brindare insieme con champagne”, ha aggiunto.

Robert ha finora scalato circa 80 edifici nel mondo, fra cui la Tour Eiffel, il grattacielo del New York Times e le torri gemelle Petronas a Kuala Lumpur, ed è stato più volte arrestato e multato. In Australia è stato multato 750 dollari (530 euro) lo scorso anno per aver scalato il grattacielo della Royal Bank of Scotland di 41 piani e lo scorso giugno ha dovuto rinunciare ad arrampicarsi sul palazzo della Deutsche Bank, sempre a Sydney, quando gli agenti di guardia gli hanno bloccato l’accesso.