Cronaca Europa

Francia, l’accusatrice dello scandalo L’Oreal conferma la tangente a Sarkozy

Nicolas Sarkozy

Claire Thibout, l’ex contabile della miliardaria erede dell’Oreal Liliane Bettencourt, torna a parlare di una tangente da 150.000 euro per la campagna presidenziale di Nicolas Sarkozy nel 2007. Secondo i verbali dell’interrogatorio della Thibout davanti al giudice Isabelle Prevost-Desprez, che indaga su un altro filone dell’affaire Bettencourt, quello legato alla presunta circonvenzione di incapace dell’anziana signora da parte del suo ‘amico del cuore’ Francois-Marie Banier, l’ex contabile ha confermato che nel 2007 Patrice de Maistre, l’amministratore del patrimonio della Bettencourt, ”mi ha chiesto 150.000 euro in banconote per consegnarli ad Eric Woerth”, allora ministro del Bilancio nonche’ tesoriere dell’Ump per la campagna di Sarkozy.

Thibout aveva già rilasciato la sua testimonianza al sito web Mediapart, salvo poi ritrattare parzialmente qualche giorno dopo davanti alla polizia. ”Ero stanca e scossa da tutto quello che stava succedendo”, spiega ora la donna, secondo il verbale di questo nuovo interrogatorio rivelato dal quotidiano Le Monde. ”Ero stanca e scioccata, così alla fine ho detto che Mediapart aveva romanzato le mie parole…”, dice ancora la ex contabile, che ora conferma tutte le sue accuse. ”Mi sono sentita perseguitata, quando invece ero solo una testimone. Ho avuto la sensazione di essere trattata da nemico pubblico numero uno, come una ladra”, conclude la Thibout.

To Top