Francia, al Bastiglia day sfilano le truppe africane e scoppiano le polemiche

Pubblicato il 14 luglio 2010 18:03 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2010 18:03

In occasione dell’anniversario della presa della Bastiglia, a Parigi è stata organizzata una sfilata in stile africano.

Per la prima volta le forze armate di tredici nazioni africane, ex colonie francesi, hanno sfilato sugli Champs-Élysées, bagnati da una fitta pioggia. In tribuna d’onore, insieme al presidente Nicolas Sarkozy e alla consorte Carla Bruni, ac’erano anche dodici leader africani, dal Burkina Fasu, al Camerun, dal Congo, al Gabon, Mali, Niger e Senegal.

Martedì i leader africani sono stati accolti all’Eliseo: solo la Costa d’Avorio, i cui rapporti con la Francia restano tesi, ha declinato l’invito. La scelta di Sarkozy però è stata fortemente criticata dalle associazioni dei diritti umani, che hanno fatto notare come tra i militari in uniforme che hanno sfilato per Parigi, ma soprattutto tra i leader africani in tribuna vi fossero anche dittatori che “«la Francia invece di perseguire onora” come scrivono in un lettera diverse associazioni al presidente francese: