Gb. Kate Middleton ubbidisce a critiche della Regina e allunga le gonne

Pubblicato il 9 Marzo 2012 10:43 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2012 10:58

Kate prima e dopo: minigonna e gonna lunga

LONDRA, GRAN BRETAGNA – Anche se sei un reale, ‘you can’t always get what you want’ (non puoi sempre avere quello che vuoi): Kate Middleton ha così accettato le critiche della Regina Elisabetta e ha allungato le gonne che mostravano un pò troppo le sue lunghe gambe. Sparite le minigonne. 

Ma anche la stessa sovrana si e’ rassegnata a un compromesso nell’anno del Giubileo di Diamanti: Elisabetta e’ rimasta in patria per il tour dei suoi 60 anni sul trono, prima tappa Leicester, la citta’ multietnica delle Midlands e un po’ un microcosmo delle nazioni del Commonwealth.

Quanto a Kate, smilzo tailleur nero anni Quaranta, in testa un cappellino dello stesso colore, la moglie del principe William e’ salita sul treno alla stazione di St. Pancras con la Regina in cappottino rosa shocking e il principe Filippo, ristabilito dopo l’operazione al cuore della fine dell’anno scorso. La ‘mise’ della Duchessa e’ andata esaurita nei negozi di Londra nel corso del breve tragitto dei reali tra la capitale e Leicester.

In ossequio alle critiche di Elisabetta, trapelate la scorsa settimana sul Daily Mail, l’orlo dell’abito di Kate scendeva a sfiorare il ginocchio. Nella cittadina delle ‘Terre di Mezzo’, premio di consolazione per chi forse avrebbe voluto girare i ‘Reami’ dell’ex impero britannico, la Regina e’ stata salutata da un coro di donne dello Zimbabwe e tamburini sikh su un tema della festa hindu di Holi, che segna l’inizio della primavera, intitolato ’60 colori’.

Per ragioni legate alla sua eta’ e a quella del marito (lei 86 a giorni e lui 90), Elisabetta ha rinunciato a viaggiare all’estero nell’anno del Giubileo. In treno, auto, aereo e sullo yacht Leander prestato dal miliardario dei parcheggi Sir Donald Gosling, la coppia reale attraversera’ da oggi a fine luglio il Regno Unito in lungo e in largo, facendo tappe dall’isola di Wight a Birmingham, da Merthyr Tydfil a Edimburgo e Glasgow.

Il compito di rappresentarli nei ‘reami’ del Commonwealth e’ stato affidato a figli e nipoti e in questi giorni Buckingham Palace ha messo alla prova il principe Harry spedendolo in giro nella regione caraibica. L’onore di accompagnare Elisabetta e Filippo nella tappa inaugurale e’ toccato invece a Kate, segno di riconoscimento che la sovrana considera la moglie di William un formidabile asset per il successo dell’anno del Giubileo. Non sono state contente le cugine del marito, le principesse Beatrice e Eugenie che si erano fatte avanti e si sono sentite scavalcate: anche se sei un ‘reale’, ‘you can’t always get what you want’.

Lunghe e tornite come quelle di una puledra, Kate Middleton ha indubbiamente delle belle gambe. Troppo belle pero’, forse, per la Casa Reale britannica. Alla Regina non piacevano le minigonne della Duchessa di Cambridge e da Buckingham Palace, con la dovuta discrezione, e’ arrivato alla moglie del principe William il suggerimento di ”allungare un tantino gli orli”.

A Elisabetta Kate piace moltissimo e il Palazzo, consapevole di avere un asset formidabile per il successo della Corona nell’anno del Giubileo, sta facendo grandi sforzi per evitare con la giovane ‘commoner’ che ha sposato il principe gli errori fatti al tempo di Diana. ”La Regina non ha mai fatto mistero che vede in Kate un enorme potenziale”, scrive il Daily Mail: ”Ma pensa anche che la ragazza debba fare qualche cambiamento nel modo con cui si comporta in pubblico. E questo significa anche allungare gli orli”, avevano detto al giornale fonti  del Palazzo Reale.