Ryanair: “Il secondo pilota? Serva bibite e panini. Ora non fa niente”

Pubblicato il 14 Settembre 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2010 12:16

Oltre a guidare gli aerei, i piloti della Ryanair dovranno specializzarsi anche nelle mansioni da steward e hostess: in futuro infatti potrebbero vendere panini e bibite ai passeggeri.

L’idea è venuta in mente a Michael O’Leary, amministratore delegato della compagnia irlandese: ”Due piloti andavano bene negli anni Cinquanta, quando guidare un aereo era difficile. Oggi i piloti salgono, schiacciano un bottone e poi non fanno più niente, quindi non vedo perché i secondo pilota non possa dare una mano a servire i drink o vendere i panini. Non capisco a cosa serva in un volo di due ore, avere due piloti che stanno lì seduti tutto il tempo a leggere il giornale”.

Interpellato sul recente annuncio dell’Amministrazione dell’aviazione federale americana (Faa), secondo cui il monte ore dei piloti dovrebbe essere ulteriormente ridotto, O’Leary ha dichiarato: ”Nessuna autorità ha mai detto che i piloti dovrebbero lavorare meno. Sono i sindacati dei piloti a dirlo. In base alle attuali disposizione europee, un pilota può lavorare un massimo di 900 ore all’anno, che corrispondono a 18 ore a settimana. Non vedo come si possa dire, di una persona che lavora 18 ore a settimana, che lavora troppo”.

Infine O’Leary si è voluto sbilanciare, dicendo che nel 2010 la sua compagnia supererà Alitalia per il numero di passeggeri trasportati in Italia. L’anno scorso, Ryanair ha trasportato 20 milioni di passeggeri da e per l’Italia, e per il 2010 prevede di arrivare a 22 milioni, contro i 21 stimati per Alitalia.