Ucraina: stupri in un centro per bambini. Coinvolti tre parlamentari

Pubblicato il 19 Ottobre 2009 12:15 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2009 12:15

A una manciata di giorni dall’inizio della campagna elettorale per le presidenziali, in Ucraina esplode uno scandalo di pedofilia che coinvolgerebbe almeno tre parlamentari.

Lo denuncia il quotidiano Ukrainskaya Pravda secondo cui, nel campo per bambini di Artek, località vicina a Yalta, si sarebbero verificati numerosi stupri ai danni dei bambini ospitati nella struttura. Coinvolti nelle violenze, secondo quanto scritto dal quotidiano, anche alcuni ufficiali di alto grado.

Vadim Kolesnichenko, parlamentare dell’opposizione, ha ribadito le accuse e, secondo quanto dichiarato dalla polizia, uno dei sospettati sarebbe già stato arrestato. Nel frattempo Lyudmila Lozovaya, direttore della struttura, è finito in ospedale perchè colpito da un attacco cardiaco dopo le accuse. Ma il quotidiano ucraino minimizza sottolineando che il direttore aveva già avuto due crisi cardiache in passato.

Il campo di Artek, costruito negli anni ’30 era stato chiuso per mancanza di fondi lo scorso febbraio ma aveva riaperto i battenti qualche mese dopo.