Acerra, troppo inquinamento. Sindaco ordina: case e scuole al freddo, max 18°

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2015 12:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2015 12:39
Acerra, troppo inquinamento. Sindaco ordina: case e scuole al freddo, max 18°

Acerra, troppo inquinamento. Sindaco ordina: case e scuole al freddo, max 18°

ACERRA – Abbassare la temperatura di case e scuole. Massimo 18 gradi. Cioè freddo, soprattutto in inverno. E’ il contenuto di una singolare ordinanza anti inquinamento del sindaco di Acerra (Napoli) comune nel cuore della terra dei fuochi.

Una decisione, quella del primo cittadino Raffaele Lettieri che arriva dopo che i responsabili dell’Arpac hanno registrato e riferito che, nel 2014, le centraline di rilevamento della qualità dell’aria nel territorio hanno registrato oltre 35 sforamenti delle polveri sottili.

Il sindaco, allora, invece che puntare sulle grandi cause di inquinamento ha deciso di intervenire con un provvedimento drastico su case e scuole. Una scelta che ha fatto inferocire residenti e ambientalisti. Anche perché il sindaco ci ha messo il carico: ha consigliato alle famiglie di non far uscire i bambini nei giorni con polveri sottili troppo alte. Insomma bimbi a casa e al freddo.