Alessandra Appiano, Procura di Milano dispone accertamenti sulla morte della scrittrice

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 giugno 2018 20:33 | Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2018 20:33
Alessandra Appiano, Procura di Milano dispone accertamenti

Alessandra Appiano, Procura di Milano dispone accertamenti (Foto Ansa)

MILANO – La Procura di Milano ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati né ipotesi di reato, sulla morte della scrittrice, giornalista e opinionista tv Alessandra Appiano,   [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] trovata senza vita domenica 3 giugno a Milano,

Il fascicolo, trasmesso dal pm di turno Angelo Renna al dipartimento Ambiente, salute e lavoro, coordinato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, è teso a verificare se vi siano state negligenze o omissioni nella vicenda della morte della scrittrice che, la mattina di domenica, aveva lasciato la clinica Villa Turro, alla periferia di Milano, specializzata nella cura dei disturbi dell’umore, dove era ricoverata da qualche giorno, per andare in un albergo distante alcune centinaia di metri e gettarsi nel vuoto. Sul corpo della scrittrice è già stata eseguita l’autopsia.

Alessandra Appiano era un’icona dell’intelligenza e della sensibilità femminili e alle donne aveva dedicato tutta la sua produzione letteraria, raccontandone successi, fallimenti, gioie e delusioni. Spesso in televisione come opinionista a discutere di costume, società, avvenimenti mondani ma anche impegno sociale, aveva compiuto 59 anni il 30 maggio.

Nel 2003 aveva vinto il premio Bancarella con il suo primo romanzo Amiche di salvataggio (Sperling & Kupfer). Poi, negli anni, era stata una sequela di altri titoli molto letti: Domani ti perdono, Scegli me, Le vie delle signore sono infinite, Le belle e le bestie. Romanzi tradotti in tutt’Europa senza che la scrittrice interrompesse la sua attività di autrice televisiva e la collaborazione con numerose testate, tra cui Donna Moderna, per la quale si occupava di libri. Ambasciatrice di Oxfam, l’organizzazione non governativa che lotta contro la fame nel mondo, era stata insignita nel 2013 dell’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza del Comune di Milano. Il suo ultimo romanzo, Ti meriti un amore (Cairo Publishing), era uscito solo qualche mese fa.